4 giugno 2015

Io odiavo il mio bagno #4 dettagli

A dicembre l'ultimo post dedicato al restyling del mio bagno. Vi annunciavo qualche anticipazione per poi raccontarvi i dettagli il mese successivo. Poi il calendario si è complicato e così, con parecchi mesi di ritardo, torno ora a raccontarvi qualcosa in più.
Oggi mi voglio soffermare su alcuni dettagli decorativi. Gli aspetti tecnici ve li racconterò a breve, ospite di un blog speciale in cui questa stanza di casa è protagonista assoluta.



Come sapete le scelte stilistiche e di colore le avevo già fissate ben prima di iniziare il restyling, operazione fondamentale se non si vogliono rischiare brutte sorprese. Poi ovviamente occorre un po' di inventiva per migliorare il risultato finale.
Per riprendere la palette principale che lega tutti gli ambienti di casa mia, ho optato per una base decor in bianco, con qualche elemento in nero. Vi ho già raccontato che le piastrelle a muro sono state riverniciate in bianco con una speciale vernice e per ravvivare il candore delle pareti ho realizzato un motivo grafico con piccoli stickers triangolari in nero, che ho realizzato ritagliando i motivi da un foglio di plastica adesiva. Lo stile riprende ovviamente quello scandinavo e l'idea è ispirata agli adesivi di Ferm Living, che per la verità avevo intenzione di acquistare ma non sono riuscita a trovare.



Bianco e nero in prevalenza anche per la nicchia preesistente, anch'essa riverniciata in bianco, in cui ho sostituito i due ripiani in vetro, eredità del precedente proprietario (...), con due semplici ripiani in legno, su cui ho passato due mani di vernice lavagna. Al contrario dell'asse utilizzata per l'appoggio del lavabo, che è in okumé, un'essenza resistente all'umidità, i piccoli ripiani sono in legno di recupero e, come vedete dall'incurvatura che hanno assunto, non sono adatti a resistere all'effetto del vapore e dell'umidità del bagno. La cosa è stata evidente fin da subito ma ho scelto di non sostituirli perché sostanzialmente mi piace l'effetto che creano e l'idea di usato e "non troppo rifinito e preciso" che danno. Interpretano perfettamente lo stile che ho scelto di realizzare nel mio piccolo bagno, all'insegna dell'handmade e della possibilità di svincolarsi da canoni prestabiliti.



Le scatole e i cestini riprendono le tonalità del verde menta e dell'azzurro polvere che completano la palette di colori. Non ho dovuto fare acquisti ad hoc, avevo già tutto in casa ad eccezione dei cassetti di Muji che ho ricoperto con plastica adesiva optical di Tiger.
Sempre di Tiger è il porta asciugamani con sfere multicolor che volevo inserire per spezzare la ripetizione cromatica scelta.



Gli elementi contenitivi a parete sono stati realizzati da mio papà, riutilizzando le ante del vecchio mobile che sosteneva il lavabo. Un'altra idea di recupero, che rispondeva sia ad un'esigenza di risparmio ma anche , e soprattutto, di caratterizzazione delle scelte decorative del bagno. Un segno distintivo e personale. Il colore che ho scelto per  verniciare i due piccoli pensili è la tonalità Stone Blue di Farrow & Ball, un colore dal sapore retrò ma piuttosto deciso. I pomelli sono in ceramica, in bianco e nero, e riprendono lo stile nordico, grafico e un po' eclettico.
Mentre lo scrivo mi rendo conto che questo piccolo bagnetto, lontano da essere un esempio di eleganza e raffinatezza, contiene tutto ciò che amo dell'arredo creativo e, in particolar modo, contiene tutto il mio gusto. Ovviamente se avessi avuto un portafoglio ben fornito avrei preferito alcuni pezzi di design e a maggior impatto visivo, ma sono comunque soddisfatta del risultato, a riprova che si può dare stile ad un ambiente anche con scelte economiche e misurate.



Per tenere in ordine un ambiente così piccolo sono utilissimo cesti, cestini e scatole di tutte le dimensioni. Però non rinuncio a un pizzico di comodità, lasciando a portata di mano, sul piano di appoggio del lavabo, i prodotti cosmetici di uso quotidiano. L'unica mania è quella di cercare di declinarli nella palette di colori principali. Senza però farne una malattia (altrimenti gli uomini di casa protestano!).
Il punto luce delle zona lavabo, infine è una semplice lampada a bulbo e filo elettrico in tessuto (acquistato sul sito olandese Zangra).



Vi avevo anticipato che il restyling è stato parziale, non ha interessato il rivestimento a pavimento e i sanitari. Ma ho le idee chiare anche su questi e in cantiere i progetti per completare il locale appena sarà possibile. Nelle mie intenzioni prevedo di sostituire gli attuali sanitari con un modello a sospensione e la stesura a pavimento di una resina in grigio cemento, che trovo essere una tonalità luminosa e adatta all'ambiente.
Nel frattempo un tappeto con base prevalente in nero e motivi a righe bianche crea un effetto a contrasto più piacevole dell'attuale pavimento in (orribile) tinta beige.


E per finire volete sapere i miei propositi futuri su questo piccolo locale, oltre a cambio pavimento e sanitari? Avete mai sentio parlare del tunnel solare? Un sistema per portare la luce naturale anche nelle zone prive di aperture verso l'esterno, grazie ad un diffusore che dal tetto raccoglie la luce e la riflette fino a destinazione. La Mini Casa, seppur piena di difetti, in questo caso potrebbe darmi grandi soddisfazioni e consentirmi di realizzare questo progetto. I dubbi sono i costi, che non ho ancora preventivato. Voi avete esperienza in tal senso? Qualche consiglio?

ph. Appiuntidicasa


22 commenti:

  1. Adoro le scelte decorative che hai fatto, soprattutto la palette davvero raffinata e gli armadietti a muro fatti da tuo papà... Per me sono perfetti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laura quando ho avuto l'idea di riutilizzare le ante pensavo che mio papà mi mandasse a quel paese. Invece lui adora l'handmade e così mi segue sempre!

      Elimina
  2. Penso che ti ruberò qualche idea per la mia lavanderia ......
    Dany

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora poi vogliamo vedere il risultato!

      Elimina
  3. molto carino, anche io ieri ho pubblicato il mio bagnetto :-)
    Ro

    RispondiElimina
  4. ciao Vale, "standing ovation" per le tue scelte decorative, per i dettagli e per aver tenuto i ripiani che si incurvano la trovo un'idea davvero divertente. attendo le specifiche tecniche perchè l'idea di ridipingere le piastrelle del bagno mi sta frullando in testa da diverso tempo, le piastrelle lucide colore verde prato (scelta dei precedenti proprietari ovviamente) non si possono guardare ! ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco perfettamente. Nel prossimo post vi racconto nel dettaglio la mia avventura con la vernice!

      Elimina
  5. Mi piace, mi da voglia di risistemare il mio bagno. Grazie Vale.
    Aina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si! Vedrai che soddisfazione. Sono curiosa di vedere il tuo risultato!

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  7. Complimenti. Tutto funzionale e stilisticamente perfetto!! Mi piace molto. Una domanda circa la vernice che hai utilizzato per ricoprire le piastrelle: è di facile utilizzo? Sei contenta del risultato? L'hai stesa anche nel vano doccia? Anche io vorrei osare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiara nel prossimo post vi racconterò l'uso della vernice così avrai tutti i dettagli. E si, l'ho stesa anche nel vano doccia
      vale

      Elimina
  8. Complimenti. Risulta molto funzionale e rilassante! Mi piace tutto. Alcune domande circa la vernice che hai utilizzato x ricoprire le piastrelle: è di facile utilizzo? sei contenta del risultato? L'hai stesa anche nel vano doccia? grazie CIPI

    RispondiElimina
  9. ciao Valentina, il makeover è riuscitissimo. Avendo anch'io un piccolo bagno, sto cercando di lasciarmi ispirare da alcune tue scelte, i pensili riproposti nella tonalità blu e i dettagli bianco e neri si fondono perfettamente e danno calore all'insieme.
    Brava!
    laura

    RispondiElimina
  10. Tu lo sai da quanto tempo aspetto queste foto vero? Ecco adesso non vedo l'ora di venire a fare la pipì nel tuo bagno! Ihih ;)

    RispondiElimina
  11. ciao..complimenti bellissimo bagno *_* solo una domanda: dove hai preso il sacchettone di carta?? lo adoro! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho acquistato da Merci, al temporary shop di Milano durante il Fuorisalone del 2014.
      e' possibile sia nello shop online, prova a controllare: http://www.merci-merci.com/en/

      Elimina
  12. Bellissimo bagno complimenti!! Mi piace molto questo stile! Dove hai preso il quadretto? :) grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Il quadretto l'ho realizzato io qualche tempo fa stampando l'immagine trovata su pinterest

      Elimina

Grazie a tutti voi per esservi fermati qui e per aver lasciato un commento!
Thank you all for leaving your comments! I love to share thoughts and ideas with you!
Vale

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...