17 dicembre 2015

DIY per Natale {chiaramente copiato!}

Ogni anno arrivo sempre in ritardo con le decorazioni di Natale, ma per quest'anno, grazie ad un gruppo di amiche creative che mi hanno coinvolto in alcuni appuntamenti a base di tè, pasticcini, tante chiacchiere, materiali di recupero, luci e vernici, sono riuscita a realizzare un oggetto che da tempo volevo per il nostro Natale.



Oggi vi racconto come ho cercato di copiare  il Christmas Tree di Wood and Wool, partendo da assi di legno grezzo e non da assi recuperate come quelle con cui la creativa olandese Ingrid realizza i suoi originali e bellissimi prodotti.


Ecco cosa ho fatto: ho tagliato le assi a misura per comporre l'albero (aumentando di 2 cm circa per parte) e il tronco e, ho utilizzato l'impregnante in noce chiaro per scurirle, escludendo alcune parti con il nastro adesivo in carta, ritagliato a strappo per dare un effetto irregolare.
Partendo da una palette di tre colori principali (grigio, bianco e verde menta) ho creato diverse sfumature aggiungendo qualche goccia di nero o creando miscele di più colori o diluendo la vernice per creare una soluzione acquosa colorata per impregnare il legno lasciando trasparire le venature.
Ho passato due mani di vernice nelle diverse combinazioni scelte e quindi ho carteggiato alcuni punti per un effetto usurato. Una volta asciutto, con timbri delle lettere dell'alfabeto e tampone nero ho creato la frase "A very Merry Xmas and a happy new year" e lasciato asciugare, quindi ho passato una mano di cera naturale. Per finire ho assemblato il tutto utilizzando colla a caldo e chiodini.
Il tocco finale è stato avvolgere un filo di lucine led per dargli un po' di luce.




Ma ora fatemi fare una considerazione personale sul copiare e il fai da te. Quando vedo un prodotto o un allestimento che mi piace particolarmente il primo istinto, quello non ragionato, è di estrarre la carta di credito. Se aspetto qualche secondo esce fuori la vera me, che vuole provare a far da sola. Non tanto per una questione di risparmio, anche se non pesa poco il fatto di non avere grandi disponibilità, ma piuttosto, io credo, per quel bagaglio genetico che mi porto dietro grazie a un nonno muratore, l'altro nonno inventore e artista, una nonna pittrice e sarta, un papà amante della falegnameria e del fai da te, una mamma talentuosa nel disegno, nel cucito e nel crochet. 
In pratica per me realizzare da sé un'idea, che consapevolmente e dichiaratamente attribuisco ad altri, è una cosa che fa bene allo spirito e alla mia creatività. Ed è naturale e molto familiare.
Ho letto recentemente il libro "Ruba come un artista" di Austin Kleon, grazie al C+B Book Club. Le riflessioni sono tante e non riassumibili in un post che aveva intenzione di parlare di decorazioni di Natale (...), tuttavia ce ne sono alcune che mi sono rimaste impresse e che ha senso riportare qui. La prima è che nulla è originale e che ogni idea nuova è una miscela o rimescolamento di una o più idee preesistenti.  La seconda, che è presupposto del lavoro di un artista (ma anche di un appassionato), è la capacità di selezione, che lo distingue da un "raccoglitore indiscriminato", e di riproporre in modo personale. Insomma è quel momento io cui ciascuno mette del proprio in quello che fa. E spesso non è semplice. 
Ma vi lascio al libro per l'argomentazione ragionata di queste considerazioni, che io credo abbiano molto senso, e chiudo questa parentesi lunghissima...


Tornando a noi, posso dire che il mio alberello di Natale nasce dall'ispirazione altrui ma è il risultato di quello che sono stata in grado di fare in base a ciò che conosco e che amo fare (soprattutto quando c'è il connubio legno e colore). E questo è il modo migliore di passere il tempo, per me.
Grazie quindi alle mie amiche che mi hanno trascinato via per qualche ora dagli impegni di lavoro che in questi mesi sono stati pressanti e frenetici.
Vi auguro di fare altrettanto e di ritagliarvi i vostri spazi, creare con le vostre mani e mettervi alla prova. È altamente salutare!


Ed ora la parola passa a voi, vi piace il risultato? Io trovo sia diverso dallo spunto di partenza (non poteva essere altrimenti) ma sono contenta di aver dato un'impronta personale. Secondo voi ci sono riuscita?


10 commenti:

  1. Bellissimo Vale!! Perfetto nella #minicasa
    ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ilaria! In effetti i colori e il design minimale fanno proprio per la minicasa!

      Elimina
  2. Bellissimo questo Albero alternativo DIY! Ma soprattutto mi è piaciuto molto leggere la tua "lunghissima parentesi" perché mi rifletto molto in ciò che scrivi! Anch'io non appena vedo qualcosa che mi piace o mi ispira penso "chissà se riesco a farlo!" e così mi ci butto, andando a "copiare" l'idea ma mettendomi sempre in gioco perché penso "se ci riesco io allora può farlo anche chi mi segue!" ed è così che, ricopiando adattando o modificando un progetto già visto diamo la nostra impronta personale alle cose! Grazie mille per questo Post ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per questo bellissimo commento! Siamo una community creativa, non c'è nulla da fare!

      Elimina
  3. No scusa perché per la tua super amica non l'hai fatto? È bello tesoro lo voglio anch'io...mi sa che mi toccherà copiare anche a me! 😜😘😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo regalo per Natale.. però del prossimo anno! Lo sai che sono sempre troppa lunga con i tempi ;-)
      Bacio

      Elimina
  4. bellissimo Vale, anvedi che crafter che sei!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei esserlo di più, ammetto, ma con il tempo così tiranno ci volevano le mie amiche a farmi staccare! Menomale!

      Elimina

Grazie a tutti voi per esservi fermati qui e per aver lasciato un commento!
Thank you all for leaving your comments! I love to share thoughts and ideas with you!
Vale

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...