13 dicembre 2021

Buon compleanno Appunti di Casa {10 anni + 1}

Ho scritto questo post un anno fa e non l'ho mai finito. Perché? Io credo che il motivo sia solo uno, il resto sono scuse. Il motivo è che le energie che riuscivo a dedicare a questo progetto non ci sono più. Ma ho capito che non posso rinunciarci, perché è il "luogo" in cui sono la migliore versione di me stessa. È quindi venuto il momento di farlo evolvere, renderlo più snello, leggero, esattamente il contrario di quello che perseguivo prima. Tanti post, tanti dettagli, tante informazioni, aggiornamenti, tendenze, obiettivi editoriali precisi... questi erano i miei obiettivi quando il blog è diventato il mio canale espressivo per eccellenza. Avevo capito che le esperienze che mi poteva offrire (e che mi ha poi offerto per moltissimo tempo) per me erano vitali. E poi il tempo ha cambiato le cose, io sono diventata più "matura" e in grado di filtrare, di scegliere, di dire dei no.  

Ed eccomi qui. A pubblicare, un anno dopo, quello che a dicembre 2020 ho scritto per ricordare questo compleanno importante. Avete voglia di leggerlo insieme a me?


Dieci anni (+1) fa decisi che era tempo di trovare un canale di sfogo alla mia creatività. Periodicamente mi è sempre successo: studi scientifici e rigorosi, hobby creativi e ricchi di sogni.

Il 13 dicembre 2010 scrissi il mio primo post e il blog divenne il mio diario di appunti, quasi quotidiani, per sfuggire al mondo un po' noioso che mi circondava, per cercare nuove connessioni, per imparare, conoscere e soprattutto sperimentare. Con il tempo è sempre stato più difficile alimentarlo, vuoi per l'evoluzione e il corso della mia vita, vuoi per le scelte che ho dovuto e ho voluto fare. Ma resta e resterà sempre la mia forma di espressione più riuscita. Quella in cui mi riconosco di più. Oggi utilizzo diversi modi per parlare e fare interior: Instagram, le docenze per l'Interior Design Academy, le collaborazioni con brand, le (poche) consulenze di styling. Ma il blog rimane lo spazio in cui sono più a mio agio e lo spazio che ha bisogno di più cura, ecco perché non scrivo più spesso, perché non posso farlo senza dare attenzione ai dettagli, non posso lasciarlo in una forma approssimativa, non riesco, è più forte di me.

Appunti di Casa originariamente è nato grazie a tre persone, tre incontri virtuali che poi sono divenuti reali e parte della cerchia delle mie amicizie più care e sincere. 

Il primo è stato nell'agosto del 2010, quando lessi per caso un servizio su Casa Facile dedicato alla casa di Barbara Pederzini, lettrice e collaboratrice della rivista. All'epoca wedding planner e soprattutto la professionista nel campo della comunicazione più preparata, coivolgente, abile ed intelligente che io abbia mai conosciuto; oggi è una delle mie più care amiche, con la quale ho condiviso progetti, sogni ed esperienze. In quell'articolo vidi un'apertura della redazione del magazine al mondo esterno, cosa che non avevo mai intravisto nelle riviste di arredo (che acquistavo regolarmente dai primi anni Duemila). Iniziai a seguire i social di CasaFacile e il blog di Barbara e a rimanere incantata da quel mondo fino ad allora a me sconosciuto.

Il secondo incontro fu con Ilaria, il suo Blue Apartment, il suo talento nella fotografia, nello styling, nei DIY... in realtà il suo talento in tutto. Anche nel suo caso, questo incontro fu prima tra le pagine di CasaFacile e, lo sapete bene se mi seguite da un po', anche questa connessione si è trasformata in un'amicizia fondamentale ed importantissima, una di quelle amicizie che sai non si interromperanno mai <3. Abbiamo vissuto tante esperienze insieme, da amiche e da professioniste e appassionate del settore, con la stessa curiosità, lo stesso entusiasmo, la stessa gioia, lo stesso sorriso, la stessa voglia di esprimersi. È cosa rara trovare un'affinità simile ma è successo, nonostante la nostra differenza di età, ed è un bene prezioso.

Il terzo incontro, fondamentale, fu con il direttore di CasaFacile Giusi Silighini, prima attraverso i suoi editoriali e i post su Facebook e, da quel dicembre a qualche mese più tardi, in carne ed ossa in uno dei tanti appuntamenti con i lettori della rivista che, per fortuna, sono riuscita a vivere in quegli anni meravigliosi e spensierati, che mi hanno traghettato nel mondo dei blogger fino ad arrivare ad oggi. Erano anni meravigliosi perché si creavano connessioni in maniera personale ed autentica, si aveva il tempo ed il modo per vivere esperienze, per comporre un pezzo di strada in quello che stava diventando, in Italia, il mondo digital dedicato alla casa e alla decorazione di interni. Giusi mi ha dato la possibilità di vedere in quella mia passione qualcosa di più, uno spiraglio aperto verso una professione, seppur non vissuta a tempo pieno.

Questa storia di dieci anni è troppo lunga e piena di tappe, traguardi e soprattutto persone importanti, per riassumerla in un post e credo anche di non riuscire a farlo.

Quello che voglio fare è celebrare l'amicizia e l'ispirazione nata in quei primi tre incontri e in quelli successivi: Camilla, che oggi chiamo la mia "sister", a cui sono legata non solo da una condivisione di stile ed estetica, ma da quel senso di apparenza che provi quando hai di fronte una persona in cui riesci a riconoscerti, nonostante le differenze e la distanza; Sarah, la prima blogger super talentuosa e famosa, che viveva a poca distanza da me, e con cui ho instaurato un rapporto di amicizia profondissimo ed un percorso di lavoro basato sulla passione per uno stile di vita in grado di accogliere il bello di ciò che ci circonda;  Francesco, il creativo, geniale, strafico e talentuoso che ha inventato il team "R3decorate" (insieme ad Ilaria) e ci ha permesso di rompere gli schemi e immaginare spazi dove il re-design ha un valore altissimo e dove l'immaginazione è in grado di fare la differenza; Serena, il cui entusiasmo contagioso, il senso dell'umorismo, la completa mancanza di timidezza e l'irrefrenabile coraggio di essere sempre se stessi mi hanno accompagnato in tante avventure e, soprattutto, mi hanno insegnato a mettere un po' di pazzia in quello che si fa. E ancora il team Nordic Love, la dolce Sara che mi ha permesso di conoscere la Svezia autentica, i suoi gesti gentili, il suo entusiasmo nel cambiare vita alla ricerca dell'equilibrio e della felicità; il team Slow Home Slow Living, le blogger di Casa Facile "vecchie" e "nuove", il team IDA, giornalisti, stylist, fotografi e tutti i creativi e i professionisti che ho incontrato e con cui ho avuto l'immenso piacere e onore di lavorare e collaborare in questi anni, tutti voi follower che mi seguite e mi sostenete, a tutti voi un grazie enorme. Questa strada l'ho fatta grazie ed insieme a tutti voi e non posso dimenticarlo.

Concludo con un pensiero che non è possibile trascurare: quando nel 2010 iniziai questa avventura non avrei mai potuto immaginare che dieci anni dopo il mondo sarebbe stato completamente sconvolto come è oggi, senza le libertà e le prospettive di allora. Il decimo compleanno di Appunti di Casa è arrivato alla fine dell'anno più difficile che l'uomo abbia affrontando in tempi moderni, sinceramente; e per me ha coinciso con un cambio di vita, soprattutto professionale, che però ha migliorato (e di tanto) la mia stabilità. Come tutte le rivoluzioni è necessario concedersi tempo per adattarsi e trasformare ciò che si ha nel meglio che si può avere. Ci vuole cura, pazienza, a volte silenzi e pause. Ci vuole energia ed entusiasmo. Questo è l'augurio che dò al mio piccolo blog, a me stessa e a tutti voi. Non so cosa il futuro ci riserverà ma poterò con me tutto il bagaglio e le esperienze di ciò che è stato prima. 

Buon compleanno Appunti di Casa: nei miei sogni vedo altri scoppiettanti dieci anni per te (e per me).

Ecco quello che scrivevo un anno fa e che non pubblicai perché il 13 dicembre 2020 passò senza che io facessi le foto per accompagnare il testo. E proprio con una foto concludo oggi, uno scatto casuale mentre sistemo l'inquadratura, mentre faccio quello che amo fare, in maniera imperfetta ed autodidatta, con mezzi non sempre professionali, ma con la voglia di tirarne fuori sempre il meglio.


2 commenti:

  1. Mi sono commossa... ti voglio bene
    la tua amica pazza
    Serena

    RispondiElimina

Grazie a tutti voi per esservi fermati qui e per aver lasciato un commento!
Thank you all for leaving your comments! I love to share thoughts and ideas with you!
Vale

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...