13 novembre 2014

Io odiavo il mio bagno #1 - ispirazioni

E' ormai assodato che Settembre è per me il mese della transizione e dell'irrequietezza. E' per questo che a Settembre riesco sempre a rivoluzionare casa o a pensare di farlo. L'ennesima conferma è arrivata anche quest'anno, quando ho deciso di dare una svolta al mio piccolo bagno.
Non lo avete mai visto e vedrete il "prima" solo ora (in realtà nel prossimo post dedicato), perché io ho sempre odiato il mio bagno.
Avete presente quando entrate nella vostra futura casa e, pensando alla ristrutturazione, iniziate a dare un ordine di priorità ai lavori, mettendo, giustamente, all'ultimo posto il bagno visto che è praticamente nuovo (nel mio caso dell'anno precedente all'acquisto)? Ecco... non fatelo! Il rifacimento del bagno comporta una rivoluzione radicale e invasiva del vostro appartamento e, a meno che non abbiate la possibilità di una location alternativa temporanea, sarà molto difficile che decidiate di mettervi in questa impresa. Sempre che non sia necessario.
Bene nel mio caso la necessità era semplicemente legata ad un fattore estetico (ancora mi chiedo a cosa stessero pensando i proprietari di prima quando hanno scelto una piastrella beige -orrenda- per un bagno cieco e, pertanto, illuminato solo da luce artificiale). Questa un marito italiano medio (passatemi la semplificazione) non ve la farà mai passare. Infatti.
Per farla breve non ce la facevo più e quindi ho raggiunto il seguente compromesso:
- budget limitatissimo di spesa
- radicale (o quasi) cambio dei colori, privilegiando il bianco (ovviamente)
- individuazione delle spese prioritarie e rinvio di quelle non fondamentali (più o meno) al risultato. In altre parole si cambia la postazione lavabo e ci teniamo ancora per un po' i sanitari. Ma è solo un rinvio...
- faccio tutto io (o quasi, insomma, l'idraulico è una professione che deve fare chi sa farla! E non solo questa...).
Quest'ultimo punto sapevo che mi avrebbe causato giornate, serate e nottate interminabili ma ero determinata.
Mi fermo qui, perché questa storia va raccontata a piccole dosi. Perché è anche una storia di famiglia. E capirete le motivazioni.
L'inizio di questa storia parte quindi dalle ispirazioni che mi hanno portato a fare alcune scelte e, anche se non ho potuto realizzarle completamente, mi sono servite come linea guida del progettino che avevo in testa.

source: 1 - 2 - 3 (Styling: Rikke Graff Juel - Photo: Anitta Behrendt) - 4

source: 1 - 2 - 3 - 4

Che ne dite, avete voglia di seguirmi in questo racconto e di conoscere i dettagli? Allora vi aspetto alla prossima puntata!



20 commenti:

  1. Seguirò tutto con immenso piacere!

    RispondiElimina
  2. Sono troppo curiosa di vedere il prima e dopo! Attenderò con ansia i prossimi post

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Isa adesso ho il panico di aver creato troppa aspettativa! Speriamo che vi piaccia! :-)

      Elimina
  3. oh my god! la foto numero uno è la tua!
    - occhi a cuoricino - voglio seguirti eccomeeeee voglio vedere cosa mi combini <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cami!!! E' vero, adoro la n.1 ma è stata solo un' ispirazione! Magari fossi riuscita ad ottenere lo stesso risultato è soprattutto la stessa luce. Un abbraccio <3

      Elimina
  4. Ho bisogno di spunti la ristrutturazione del mio bagno...vorrei mettere delle piastrelle 3D e per ora ho solo questa piccola certezza;)ti seguiro'!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marianna ti do un'anticipazione: il mio budget non mi permetteva il cambio dei rivestimenti. Ma è in programma è vi mostrerò i miei preferiti!

      Elimina
  5. Le ispirazioni le adoro, e non vedo l'ora di vedere il nuovo bagno ;)

    RispondiElimina
  6. ma voglio vedere la foto del bagno che odiavi ;-) come ti capisco. quando siamo entrati in casa qui a Aix ho avuto un sussulto. avevo lasciato due bagni perfetti, design, praticamente nuovi per ritrovarmi con due orrende copie di bagni in affitto, certo bianchi, ma dalla depressione certa. e non mi ero sbagliata. ogni volta che ci entro mi sento male. voglio proprio vedere cosa hai fatto del tuo. un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ila vedrai... orrore e raccapriccio! Ti capisco perfettamente. Io ora sono decisamente più contenta anche se già penso a quello che manca per farne un bagno ben fatto... ma è in programma la conclusione del progetto... prima o poi! Bacio

      Elimina
  7. Curiosa come una scimmia ... Ti attendo qui nel mio bagno vintage con piastrelle fiorate verdi, che la mattina riflettendosi nello specchio ti fanno sembrare la pelle tipo Shrek

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande solidarietà!dai che magari trovi qualche soluzione valida anche per il tuo! Ti aspetto!

      Elimina
  8. Curiosa curiosa...Sono sicura che sarà delizioso...Seguo! Mi piacciono le ispirazioni :-)

    RispondiElimina
  9. la rivoluzione di settembre?un classico! Sono curiosa di vedere....

    RispondiElimina
  10. Love the pop of green in the first picture - can't wait to see your remake! :)

    RispondiElimina

Grazie a tutti voi per esservi fermati qui e per aver lasciato un commento!
Thank you all for leaving your comments! I love to share thoughts and ideas with you!
Vale

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...