28 aprile 2016

Esercizi di styling a Göteborg

Poco più di una settimana fa, seguendo il profilo Instagram di Stadshem, un'agenzia immobiliare svedese dove ogni annuncio è, a tutti gli effetti, un servizio fotografico di arredamento d'interni, {perché in Svezia, ma non solo lì, lo styling di un'appartamento in vendita fa parte del servizio, perchè vendere una casa significa farla vedere al meglio delle sue possibilità} ho potuto vedere lo scorcio di un appartamento a Göteborg che mi ha affascinato e così ho voluto approfondire.

La casa in questione non è più in vendita cioè è stata venduta (una settimina... ripeto una settimana) e così ho fatto un po' di ricerca sul web e ho scoperto che l'appartamento in questione apparteneva alla stylist svedese Johanna Bradford, blogger di Tant Johanna, che lo aveva messo in vendita precedentemente su Alvhem, altra agenzia immobiliare con lo stesso concept.

Vi voglio quindi mostrare il prima e dopo, una trasformazione sorprendente da uno stile  eclettico con tanti tocchi di colore freschi e giovanili ad uno più rigoroso e raffinato, nei pieni canoni svedesi, giocato sulle tonalità neutre e su un'arredo più minimale ma molto accogliente.

Rimangono in entrambi i casi le vecchie porte a doppio battente in blu petrolio che rendono questo piccolo ambiente  (solo 51 metri quadrati) unico e particolare.








1 - 2
Un ambiente allegro e pieno di energia e uno più riposante e sofisticato. Quale scegliere? I dettagli sono molto curati in entrambi i casi ma io ammetto che in questo momento mi trovo molto più a mio agio nello stile proposto da Stadshem.






A pensarci bene i progetti che ho in testa per la Minicasa sono molto simili a questo tipo di trasformazione.
E voi quale preferite?

Alvhem - styling: Johanna Bradford
Stadshem - styling Martina Mattsson/ Eleven Rooms - photography: Jonas Berg



23 aprile 2016

Ferm Living: stile impeccabile a tavola


Da qualche tempo a questa parte ho iniziato a prendere abitudini alimentari un po' diverse dal solito. Apprezzo molto di più le verdure e cerco di preparami ogni giorno insalate fresche, che mi piace abbinare con frutta e semi. Sarà l'ondata salutista che ha colpito ultimamente mio marito, saranno le primizie che mi regala l'orto di mio suocero {quelle fragoline di bosco...}, saranno le mie vicessitudini di salute dell'ultimo periodo e, soprattutto, saranno i maledetti chili in più che non riesco più a levarmi {mannaggia} ma ormai non posso più far senza! E visto che prima mi dimenticavo sistematicamente di pranzare per lavorare a oltranza {gioie e soddisfazioni del lavoro in proprio}, lo considero un gran bel passo avanti!
Ma ovviamente non potevo dimenticarmi dello stile a tavola e ora posso ringraziare Ferm Living che, grazie alla Christmas Box di Nordic Love, ha aggiunto un tocco glamour e prezioso, con le posate da insalata in finitura oro. Strepitose. Che ne dite?



photo & styling Appunti di casa



21 aprile 2016

Il mio #slowsalone * I parte: natural living

La settimana scorsa sono stata a Milano poco più di tre giorni per la Design Week. Il Salone del Mobile e soprattutto il Fuorisalone sono per me due occasioni imperdibili, ormai da alcuni anni.
Devo dire che in pochi giorni è impossibile farsi un'idea complessiva del meglio che questa settimana, dedicata al design e all'arredo, offre. Gli eventi del Fuorisalone si sono moltiplicati in tutta la città. Due nuovi poli come 5vie e Ventura Lambrate si sono arricchiti ed estesi. Sono tantissime le cose da vedere e in ogni angolo della città.

Io però lo avevo stabilito da tempo e ho anche coinvolto alcune amiche blogger nella mia intenzione: abbandonare la frenesia di voler vedere tutto e vivere quello che ho battezzato lo #slowsalone, basato su una piccola selezione e programmazione iniziale e poi un po' di casualità e un ritmo più lento che permettesse attenzione su ciò che avevo intorno a me.

Mi sono resa conto che in realtà quello che mi ha guidato principalmente è stata la ricerca del design che mi coinvolge, che vorrei vedere in casa mia o in abitazioni che corrispondono al mio gusto estetico. Il mio filtro si è basato non tanto sulla ricerca di novità (che appunto, sinceramente, non ho visto) quanto sulla voglia di fare il pieno del design, delle proposte che sono in linea con i miei gusti, e di farmi stupire da esposizioni coinvolgenti e uniche.

Da questa esperienza ho avuto diverse conferme, ho notato un ritorno ai classici del design riproposti e reintepretati e ho apprezzato principalmente le scelte espositive che hanno saputo trasmettere unicità, personalità e capacità di "mettere in scena" la propria filosofia di casa.

Vi racconterò questo mio punto di vista partendo dalle conferme dei trend abitativi che si stanno imponendo nell'ultimo anno: scelte cromatiche orientate verso i colori della terra e sofisticate palette ispirate alla natura e ai toni neutrali, l'uso del legno e delle essenze naturali.

e15 - zanotta

1 The Dutch in Milan - 2-4 Republic of Fritz Hansen - 3 Kose - 5 Carl Hansen - 6 Gervasoni
Vitra - Salone del Mobile

Hay

Republic of Fritz Hansen
Vi aspetto per la seconda parte! Come vedete anche il mio racconto segue la filosofia dello #slowsalone, quindi non c'è fretta. Quest'anno, poi, la mia intenzione è raccontarvi durante l'anno i marchi e le proposte che hanno più colpito. Ho raccolto molto materiale e vorrei condividerlo con voi entrando un po' di più nel dettaglio ma con tempi rilassati e senza assillarvi con un post dietro l'altro per il resoconto di questo super evento. Quindi spazio a tutto quello che ha sempre dato vita ad Appunti di Casa e soprattutto spazio per i progetti della Minicasa che ho, di nuovo, dovuto abbandonare temporaneamente per urgenze di lavoro. Ma è tempo di tornare a sognare... e progettare!

Detto questo se volete fare un tour molto più completo della Design Week, non potete mancare di visitare alcuni blog e siti imperdibili:


Buon tour virtuale. Noi ci rivediamo presto con altre novità!


7 aprile 2016

Viktigt: una collezione fatta a mano per durare nel tempo





A fine aprile arriverà la collezione Ikea chiamata Viktigt, nata dalla collaborazione con Ingegerd Råman, celebre ceramista e designer del vetro scandinava.
Ho voluto parlavene subito dopo il post della scorsa settimana dedicato al legno, perché la tendenza di materiali naturali e semplicità cromatica è molto presente in questo 2016 e continuerà anche il prossimo anno. Anche in questa collezione, che oltre a ceramica e vetro comprende elementi in bambù e fibre naturali, non si hanno eccessi, ma linee pulite e un richiamo alla tradizione, al fatto a mano, alla forza delle cose semplici e un'ispirazione ad ambienti domestici essenziali ma duraturi e rassicuranti.







Tutti gli oggetti e gli arredi sono lavorati a mano da artigiani indonesiani e polacchi, e il design, essenziale e spiccatamente nordico, nato dalla collaborazione tra la ceramista ed alcuni designer Ikea.



Sono totalmente affascinata e contagiata da questo trend. Amo circondarmi dalle cose che mi piacciono e rendono allegra ed accogliente la mia casa, ma questo stile così pulito mi dà immediatamente un senso di serenità che nel mio spazio abitativo domestico ideale dovrebbe essere costante.




Con la collezione uscirà anche un libro che presenta la casa e lo studio di Ingegerd in Svezia, che interpreta molto bene lo stile scandinavo dell'abitare, creando ambienti senza tempo e che durino a lungo e fuori dalle mode momentanee. Un design fatto per durare.



Immagini Ikea

31 marzo 2016

La semplicità e il fascino del legno


Qualche giorno fa ho postato su Facebook una foto della nuova collezione Ikea FLISAT, mobili e giochi per bambini completamente in legno (lancio previsto in aprile ma è possibile che qualche store ne sia già provvisto). Seguo su Instagram la designer che li ha ideati e per pura fortuna ho intercettato una delle prime immagini che hanno iniziato a circolare sul web. La reazione è stata a dir poco entusiasmante. Questo mi ha fatto riflettere sul grande potere che ha un design semplice ma equilibrato combinato ad un materiale solido e rassicurante come il legno naturale.

Livet Hemma
Oggetti e arredi che si prestano a molteplici combinazioni, che possono essere personalizzati e adattarsi a diversi stili, diversi schemi cromatici, diverse funzioni. E poi ci sono le essenze e le sfumature del legno. Uniche e per questo preziose.
Intendiamoci, l'effetto "tutto legno" può essere abbastanza stucchevole, o comunque può non piacere a tutti. La differenza secondo me la fa la capacità di saper scegliere e mixare gli arredi in modo coerente con i propri gusti, senza lasciarsi trasportare troppo dalle mode.

Di nuovo in modo casuale qualche giorno fa sono arrivata sul sito di un marchio australiano che produce arredi e tessili che hanno queste caratteristiche: solidità e semplicità nel design. La differenza sostanziale rispetto al design democratico di Ikea sta nel prezzo. Alto, molto alto. Ma le immagini mi hanno talmente affascinata che ho deciso di mostravele qui sul blog. 

via Milo and Mitzy
Il nome del brand è già di per sé affascinante, Mr & Mrs White, esattamente come la loro storia.
I designer sono una coppia nella vita che sono sono sposati e hanno formato famiglia da giovanissimi e hanno sempre creduto nell'importanza della casa come un luogo e uno spazio di vita e condivisione, fino ad arrivare a farne la loro idea di businnes







Mr & Mrs White

Il target, come dicevo, è elevato ma probabilmente è una scelta ben precisa. 
Realizzano anche allestimenti per negozi: decisamente uno stile che cattura lo sguardo e da cui prendere ispirazione. 

Mr & Mrs White blog
Ho raccolto qualche ispirazione in cui gli elementi in legno sono ben integrati in spazi e soluzioni personali e creative. Per qualsiasi spazio di casa e funzione, è sempre possibile puntare sul calore e sulla materia che sono i punti di forza dell'uso del legno.  Un connubio perfetto tra bellezza e concretezza. 
1 - 2 - 3 - 4

1 - 2 - 3 - 4

1 - 2 - 3 - 4

E voi cosa ne pensate? Sono curiosa di capire se l'effetto "FLISAT" ha colpito anche voi!

  
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...