18 gennaio 2017

Un angolo studio più organizzato

Questa settimana è partita in salita, così, se volete, potete immaginarmi nel mio angolo studio a lavorare e lavorare e lavorare. Come avete visto nei primi post di inizio anno, la mia attenzione è tutta rivolta ad organizzare meglio i miei {piccoli} spazi domestici. Anzi, devo dire di più, è rivolta a pensare e sistemare in casa quei dettagli che mi aiutano a sviluppare nuove e migliori abitudini.

Per il 2017 non ho immaginato e stilato una lista di obiettivi e traguardi. Negli anni passati l'ho fatto, perché visualizzare la direzione in cui vuoi andare, ti aiuta a percorrere la strada. Però il rischio è che ad un certo punto decidi di cambiare, di rallentare oppure più semplicemente trovi ostacoli che non riesci o non vuoi aggirare per raggiungere quella meta. Da un lato è frustrante, non trovate?
Così sono arrivata alla conclusione che sia molto più efficace percorre la strada grazie a piccoli ma costanti cambiamenti, soprattutto nelle abitudini quotidiane, alla ricerca di un lifestyle autentico e solido. E molto spesso tutto questo sta nelle piccole cose, in gesti e idee semplici ma che funzionano.


Ad esempio come sapete nella mia camera da letto la libreria passante (Expedit di Ikea) separa la zona notte (e fa anche da testata del letto)  dall'angolo studio. Come vi raccontavo, questa soluzione è stata pensata in emergenza, dopo che gli elementi strutturali e più ingombranti erano stati posizionati (gli armadi a muro ad esempio). Ho dovuto quindi adattare questo spazio a due esigenze diverse. Il risultato è stato per anni un mix incontrollato e confuso di cose, un mix di stili e un compromesso continuo, lottando all'ultimo centimetro. Così ho capito che era inutile accumulare cose che forse un giorno avrei potuto usare, consultare, organizzare.  Il fatto è che l'unica esigenza che avevo, anche come blogger creativa e appassionata di interior design, era quella di ri-connettermi con le mie passioni, la mia estetica, il mio stile. Materiali, colori, forme e proporzioni, profumi, suoni  sono elementi di casa altrettanto importanti oltre alla funzione e all'uso di arredi e complementi. Sono quegli elementi che trasformano la casa da impersonale a personale, una casa che vive, in cui ci si può riconoscere.


Ho seguito questa linea per la zona notte e ora anche per l'angolo studio. E ho aggiunto qualche nuovo pezzo grazie al mio ultimo shopping sul Smallable, un punto di riferimento per chi come me ama lo stile nordico. E finalmente ho ritrovato uno spazio in cui è più semplice lavorare, perché i dettagli seguono i miei gesti, le mie abitudini lavorative, le mie esigenze.


La scatola di Present Time, con lo stiloso e sempreverde pattern a griglia, mi aiuta ad organizzare tutti gli accessori da scrivania ed è un bel contrasto con la tazza in ceramica fatta a mano di Arbanella Art, una giovanissima e talentuosa designer che ha il suo laboratorio a Celle Ligure.



Il sacco in carta di ThatWay è la soluzione facile e leggera in cui archiviare materiali, ritagli e altri elementi che utilizzo per i progetti DIY {quando ho il tempo di farli!} o per le moodboard {a proposito presto vi farò vedere come sono riuscita a ricavare un piccolo spazio anche per una "lavagna" delle ispirazioni!}.



Proprio a partire da oggi sul sito di Smallable ci saranno ulteriori ribassi fino al 60% sui saldi di stagione ed è un'occasione imperdibile per  concedersi quel pezzo di design desiderato da tempo!
Tantissimi brand da capogiro come Ferm Living, House Doctor, Bloomingville, Harto, Normann Copenhagen, Bed and philosophy, Essent'ial, Hubsch, Les Gambettes, Linge Particulier, Muuto, Nobodinoz, Rafa Kids, Rice, Seletti a cui si è aggiunto recentemente il marchio danese Hay.

Una selezione davvero eccezionale. Se vi ho convinti vi consiglio di visitare questa pagina e per dare qualche ispirazione in più, ecco alcuni tra i miei saldi preferiti!

ghirlanda - cestino verde - lampada a sospensione - trofeo rosa in carta - tavolino - cuscino fantasia - cuscino nappe - plaid - uccellino in legno - griglia metallica per riordino - tavolino Normann Copenhagen - piatto Donna Wilson

Tornando al mio spazio studio ho cercato di valorizzare il calore e le sfumature del legno, che già avevo voluto per la scrivania, fatta con assi da ponteggio appartenute a mio nonno. Ho scelto elementi decorativi in bianco e nero per riprendere il leitmotiv scelto a suo tempo per la Minicasa. Ho bilanciato materiali contrapposti come la carta e il metallo.
Il risultato mi piace molto di più di prima. Sono riuscita, almeno per questa porzione di spazio, a creare un ambiente che segue i miei ritmi e i miei gusti.
Che ne dite, vi piace l'insieme?



foto e styling Appunti di casa
Post in collaborazione con Smallable


13 gennaio 2017

Natural comfort in my bedroom

Come vi ho raccontato qualche giorno fa, uno degli elementi che voglio introdurre nella Minicasa è il calore degli elementi naturali e grezzi, per scaldare la palette cromatica fatta di tonalità fredde e desaturate e di arredi e complementi minimali e in stile nordico.

Uno degli ambienti della mia casa che io considero completamente provvisorio, perché adattato in maniera non ottimale alle esigenze di vita professionale e familiare che cambiavano nel tempo, è la mia camera da letto. Anche per questa stanza, di cui sogno {e progetto in gran segreto} un restyling totale, ho voluto aggiungere un po' di calore e confort naturale.

Al di là del valore estetico, devo dirvi che la mia attenzione verso i materiali naturali nasce da uno stile di vita più attento in generale alla sostenibilità e all'armonia con l'ambiente che ci circonda.
Negli ultimi anni l'attenzione a ciò che mangiamo e a quello che utilizziamo è maturata. Come in tanti aspetti della propria vita credo che occorra sempre avere un equilibrio e non demonizzare la tecnologia e l'innovazione. Sono una parte imprescindibile della nostra esistenza e della nostra natura. Tuttavia forse siamo arrivati ad un punto di saturazione e a ben vedere i trend dei prossimi anni, che gli esperti stanno ipotizzando, sta crescendo il bisogno di "disintossicarsi" e riscoprire l'essenza delle cose. La parola "detox" sta sempre di più entrando nella nostra vita e in parte credo sia un bene. Ne parla Ecletic Trends in un suo recente post: consumare meno e meglio, scegliere produzioni più sostenibili e materiali naturali.


Qualche piccolo passo lo sto facendo anche io in questa direzione e per la mia stanza (anzi porzione di stanza) del riposo ho voluto scegliere due prodotti di alta qualità:
  • le federe in lino, con un delicato pattern a righe, acquistate nello shop Etsy House of Baltic Linen, uno shop australiano a conduzione familiare che pone attenzione ai dettagli, ai colori e alla qualità della manifattura. Sono entusiasta di questo acquisto. Si tratta di prodotti di alto livello e il costo non è basso. Ma per questo 2017 vorrei farmi guidare dal mantra: comprare meno e comprare meglio. Dopo aver passato le vacanze di Natale a sistemare e pulire ogni storage di casa, selezionare ed eliminare il superfluo, credo che non mi sarà difficile applicare questo principio.
  • i guanciali in piuma e cotone naturale dell'azienda italiana nel settore degli imbottiti Minardi, fondata cento anni fa, vanta un'attenzione particolare ai materiali, ai metodi di produzione e alla tutela degli animali, grazie alle numerose certificazioni di cui è dotata {e posso dirvi di avere una sensibilità in proposito, essendo un campo, quelle delle certificazioni - anche se non in questo settore - in cui svolgo la mia attività professionale da oltre quindici anni}.






Se ci pensate passiamo molte ore a stretto contatto con questi prodotti e credo sia molto responsabile e salutare sceglierli con cura.

Per i miei nuovi guanciali la scelta è andata sul modello Double, in piuma e cotone certificato Oeko-Tex, il marchio ecologico più importante nel settore tessile. Volevo un guanciale soffice ma al tempo stesso sostenuto, che mi permettesse di riposare ma anche di sostenere la schiena nei momenti {rari ormai} in cui leggo o sfoglio una rivista, comodamente accomodata nel letto.




Non avendo una vera e propria testata ma solo l'appoggio della libreria passante che separa la zona notte dal mio angolo studio, ero alla ricerca di un prodotto confortevole e adatto a più esigenze.
Ci sono riuscita, nonostante abbia fatto una scelta online. Il sito di Minardi, infatti, è fatto molto bene e aiuta passo passo a scegliere il guanciale più adatto alle proprie esigenze. Nel catalogo potete selezionare la postura nella quale siete abituati a dormire, la tipologia di materiale, le caratteristiche che preferite (es. soffice, duro, adatto per chi soffre di cervicale, rinfrescante, traspirante, ecc.). Potete anche realizzare un test, rispondendo a diverse domande su vostre abitudini e necessità, in modo da avere la selezione più adatta a voi. Lo shop online, che sarà attivo a breve, vi permetterà con pochi passaggi di acquistare e farvi spedire a casa vostra, il guanciale dei vostri sogni. Devo dire che con questo ultimo acquisto, mio marito ha iniziato ad ammorbidirsi sulla questione della mia ossessione verso interior design e home decor. È decisamente soddisfatto anche lui della comodità dei nuovi cuscini. Evviva!

Le federe in lino di House of Baltic Linen completano il look confortevole e naturale. È stato un colpo di fulmine. Il grigio polveroso a contrasto con le righe in nero {una bellissima nuance desaturata} sono in equilibrio con gli elementi decor di casa mia ma il lino grezzo e morbidissimo, dona un comfort anche visivo all'insieme e scalda l'atmosfera, rendendola, a mio modo di vedere, più intima e piacevole {mi verrebbe da dire che l'effetto è una via di mezzo tra la "cosiness" e lo stile felice e danese etichettato dal termine più trendy dell'ultimo periodo, l'impronunciabile "hygge"}.


Che ne dite? Vi piace il risultato?




post in collaborazione con Minardi
styling Appunti di Casa {share & link with love}





11 gennaio 2017

#EtsyMeetsItaly: Handmade e raw materials nella Minicasa



Buongiorno amici e buon anno!
Torno finalmente qui sul blog dopo un inizio un po' faticoso ma entusiasmante. Tanti nuovi progetti e idee partono proprio quest'anno. Per alcuni non mi sbilancio ancora ed incrocio le dita, altri sono in fase di avvio e uno in particolare vi voglio raccontare perché sono emozionata e onorata al tempo stesso.

Vi ricordate che lo scorso anno ho seguito un corso di schizzo a mano libera a Milano? L'ideatrice del corso ha recentemente lanciato un nuovo progetto di formazione, l'Interior Design Academy, e mi ha chiesto di realizzare alcune lezioni nel Corso di Styling di Interni! Questo è uno di quei sogni che non hai il coraggio di appuntarti perché pensi siano troppo grandi per potersi avverare.  Il blog è nato proprio per seguire la mia passione per l'interior design e lo styling mi ha subito appassionato. Le collaborazioni che ho potuto realizzare in questi anni, grazie a CasaFacile e alla collaborazione con Ilaria Chiaratti e altri blogger del settore, mi hanno formato e gratificato tanto ma non avrei mai pensato che mi avrebbero portato così lontano. Invece ho fatto un altro pezzettino di strada e sono sempre più convinta che le nottate passate a imparare, studiare, formarmi, documentarmi, provare, progettare sono state uno dei migliori investimenti di questi ultimi anni.
Le iscrizioni sono ancora aperte, correte a vedere se questo corso fa per voi! Potrebbe essere un'occasione unica. Io l'ho provato sulla mia pelle: lanciarsi a volte è il passo giusto per aprirsi a nuove esperienze. Io l'ho fatto lo scorso anno ed eccomi qui!

Ormai siete abituati alle mie introduzioni lunghissime, però è venuto il momento di entrare nel tema del post, che oggi è dedicato alle mie esperienze di acquisto su Etsy, il market place dell'handmade proveniente da tutto il mondo che è un punto di riferimento - un vero e proprio paese dei balocchi -per gli appassionati del settore.
Mi sembra il post perfetto per iniziare l'anno, perché mi permette di parlare un po' di casa mia, il motore che ha da sempre guidato il blog e vorrei continuasse a farlo. Ho tanti progetti per "farla crescere" ancora {e visto lo spazio ridottissimo è un prospettiva allettante!} però sono progetti costosi, quindi come sempre procedo a piccoli passi, tutti quelli che sono in grado di percorrere con le mie forze! Il segreto è non avere fretta ma, diciamocelo, è estremamente difficile e faticoso!

Volete vedere il mio bottino su Etsy di questi ultimi mesi?
Ovviamente mi sono concentrata sull'home decor e ovviamente ho seguito le caratteristiche principali che mi guidano nello styling di casa mia: mood nordico e schema monocromatico. A queste caratteristiche ne ho aggiunta una nuova, che forse sarà una linea guida per il 2017, legata ai materiali, caldi e naturali come il legno naturale, il lino e la pelle.
Come sapete la palette di colori che mi ispira da sempre è fatta di colori freddi {il verde menta, gli azzurri desaturati, i grigi} da affiancare al grafico e più deciso bianco e nero, in uno sfondo luminoso dominato dal bianco. A questo mancava un po' di calore e così quest'anno mi dedicherò a cercare di bilanciare questi aspetti e fortunatamente il trend dei materiali e delle atmosfere "raw", grezze ed essenziali, è attualissimo.
Ok, se siete arrivati a leggere fino a qui, significa che vi interessa davvero sapere quello che ho scelto su Etsy! Vi accontento subito.


Il cuscino in lino di Linen Space, bianco con un delicato pattern in nero che è una via di mezzo tra le geometrie dello stile scandinavo e le grafiche dei cuscini e dei tessuti caratteristici africani (Mudcloth), di gran moda in questo momento. Dimensione e stile perfetti da aggiungere alla collezione di cuscini che ho sul divano nuovo.


Per le decorazioni di Natale ho scelto delle semplici stelle in legno {in realtà sono ispirate al carattere asterisco in tre diversi font tipografici: Arial, Times New Roman e Verdana} di Snug Studio, designer olandesi che seguo da tempo e che realizzano oggetti dal design minimale ma allegro, proprio come piace a me.


In realtà su questo shop ho acquistato un'altra cosa che però vi farò vedere in prossimo post perché sto finendo l'angolino in cui è collocata!



Ultimo acquisto che vi mostro oggi sono le maniglie in pelle acquistate su Leather.Eu. Erano nella lista dei desideri da un bel po' e visto il progetto in cui Etsy Italia mi ha coinvolto, ne ho approfittato immediatamente! La qualità è ottima e il servizio altrettanto. Si tratta infatti di una maniglia con misure personalizzate, visto che andavo a sostituire quelle in legno e acciaio preesistenti. Devo dire che sono perfette, il colore è esattamente quello che cercavo e sono molto robuste.


Che ne dite? Vi piacciono i miei acquisti?
Se avete voglia, in questi mesi ho preparato una selezione di prodotti e negozi Etsy preferiti, di cui amo stile e design. Trovate un bel po' di categorie legate all'interior ma anche lifestyle e fashion che non guasta mai!

Post in collaborazione con Etsy
Foto e styling: Appunti di Casa (share & link with love)

24 dicembre 2016

Buon Natale a tutti voi

Ci siamo, domani è Natale ed io vivo il questo periodo dell'anno con tanto entusiasmo. Sarà perché Dicembre per me è il mese più significativo dell'anno (abbiamo tanti compleanni da festeggiare). Sarà perché il Natale rappresenta il momento dell'anno in cui si rallentano i ritmi e si festeggia insieme alle persone che contano nella propria vita. Sarà che tutte le luci e l'atmosfera scintillante fa a pari con il mio carattere. Sarà che la casa diventa un luogo accogliente e un rifugio in cui è piacevole passare del tempo insieme.
Tutto questo però fa i conti, ogni anno, con i ritmi frenetici e gli imprevisti. Avrei voluto farvi entrare di più nella Minicasa vestita a festa, ma non ci sono riuscita come avrei voluto.


Per fortuna c'è Instagram, con cui riesco sempre a cogliere i momenti reali della mia quotidianità e il mio sguardo verso le cose che mi piacciono e mi danno serenità.
Questo è stato il mio dicembre, caotico ma nonostante tutto bello da vivere.

Appunti di casa Instagram profile

Vi lascio con alcuni spunti, innanzitutto alcune delle ispirazioni per Natale, attuali e passate, che ho condiviso qui sul blog.
  1. Il post sul Natale scritto nel 2011 che ancora oggi è uno dei più significativi per me
  2. Il mio Natale 2013, con gli stessi dubbi e affanni di oggi ma con lo stesso entusiasmo
  3. Il nordico Christmas mood datato 2014, che è ancora attuale, soprattutto per chi, come me, ama lo stile nordico
  4. Il progetto DIY più amato del blog (a dir la verità uno dei pochi... anche se amo molto fare con le mie mani, non sono ancora riuscita a valorizzare questo aspetto creativo della mia attività. Sarà uno dei buoni propositi del 2017, forse!), ovvero il Christmas Wood Tree DIY, con tanto di istruzioni scaricabili
  5. Home tour natalizi che fanno beatamente sospirare: quello di due anni fa e quello di quest'anno.
  6. Alcune idee last minute per DIY natalizi a tema green, semplici e d'effetto
E visto che siamo a fine anno, condivido con voi i dieci post più letti del 2016, spero che vi siano di ispirazione!

SalvaSalva

21 dicembre 2016

Christmas green DIY last minute!

Mancano pochi giorni a Natale ed oggi è il primo giorno d'inverno.
Non so dalle vostre parti, ma qui è arrivato un freddo gelido amplificato dal vento che paralizza ogni movimento. Vivendo in Liguria dovrei essere abituata a questa sensazione, qui il vento in inverno è la norma. Eppure non riesco a trovarne molti lati positivi, tranne quando spazza le nubi e lascia il cielo terso e blu. Si, forse in questo caso riesco a tollerarlo. Ma avete presente la combinazione vento e pioggia? Se avete presente, ci siamo capiti.
Quindi, in queste situazioni, non c'è nulla di meglio che trovare rifugio in casa e magari dedicarsi alle ultime decorazioni natalizie, per rendere tutto più accogliente.

Quest'anno ho deciso di non esagerare nella Minicasa, poche decorazioni e tante lucine a scaldare l'ambiente. Mi piace l'idea di una Natale più intimo e meno caotico; mi rendo conto che in questo fine anno ho estremo bisogno di semplificazione e questa regola la sto applicando un po' in tutti i campi della mia vita, personale e professionale. Proprio ieri riflettevo con alcune amiche che nei momenti di estremo chiasso, confuso e urlato, il silenzio è la miglior cura. È una questione di semplificazione anche questa, non trovate? E anche il mio ambiente domestico sta risentendo di questa necessità: per ora è uno spazio in cui cerco di togliere il superfluo ma è una lotta difficile perché le dimensioni ridotte non mi consentono grandi cambiamenti. Di fatto, quindi, è come essere in un piccolo cantiere... ma conto di introdurre qualche novità a breve; finora sono stata costretta a rimandare, c'è sempre un ostacolo quando pensi che fili tutto liscio... e anche questa è una costante come il vento invernale, ma anche in questo caso non mi abituo mai!

Ma torniamo al tema del post. IN questa settimana ho pensato di proporvi alcuni semplici progetti DIY last minute per Natale. Se siete in ritardo o se avete voglia di dare un tocco in più, ecco alcune proposte veloci e facili a tema green.

Su Vtwonen bastano rametti verdi e palline trasparenti per una decorazione delicata ma d'effetto.

Vtwonen - progetto e foto di Marij Hessel, blogger di My Attic
Su Fall for DIY il tutorial per realizzare questa bellissima ghirlanda in carta, in cui le sfumature e le texture creano un look molto reale (e c'è anche il video con tutte le spiegazioni).

Christmas paper garland - Fall for DIY
Sempre dal blog Fall for DIY una corona di Natale dalla forma triangolare: un pizzico di originalità e geometria per una delle decorazioni più amate del Natale.

Christmas Wreath - Fall for DIY
La ricetta è semplicissima, biscotti, rami verdi e lucine, ma l'effetto è meravigliosamente sorprendente. Un'idea per vestire le proprie finestre con un progetto semplice da realizzare insieme ai propri bimbi.

Ikea Ideas
E se siete a corto di carta da regalo, basta un po' di carta da pacco, una patata, inchiostro e fantasia, come in questo progetto di Trendenser. Semplice, nordico e da realizzare anche all'ultimo momento!

Trendenser
Infine un'idea per la tavola di Natale. Il filo conduttore è sempre lo stesso: tocchi green, decorazioni semplici e handmade. Io ho scelto questa proposta sul blog svedese di Ikea Livet Hemma: bulbi, muschio e tazze per creare un centrotavola originale, quale pallina dell'albero di Natale per impreziosire l'allestimento e, come segnaposti, una pila di biscotti fatti in casa, confezionati con semplice spago. Questa è l'atmosfera giusta per il mio Natale 2016.

Livet Hemma
Tanti auguri a tutti voi, anche quest'anno siete stati in tanti a seguirmi ed io vi devo ringraziare ogni giorno per permettermi di vivere questa bellissima avventura online. Il 13 di questo mese il blog ha compiuto 6 anni, non ho fatto festeggiamenti pubblici. Il motivo è che anche questo mese è stata una corsa contro il tempo. Però lo voglio festeggiare ora ed il regalo più bello sono i commenti e gli apprezzamenti che ricevo qui e sui canali social. Grazie, grazie e ancora grazie. Che sia un Natale sereno e felice per tutti.





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...