7 dicembre 2016

Un appartamento haussmaniano rivisto da Heju

Il post di oggi non era programmato o meglio lo era circa un mese fa, quando avevo salvato queste immagini per pubblicarle da lì a pochi giorni sul blog. Poi il tempo è passato e così può essere che per voi non sia proprio una novità ma qui tra gli appunti non poteva mancare il restyling di questo appartamento di fine ottocento, elegante e spazioso, realizzato in chiave moderna, colorata e divertente dal duo di designer Heju.
Lasciamo stare per un momento l'atmosfera natalizia che in questo momento popola i blog di interior di tutto il globo (compreso il mio) e facciamoci trasportare nel luminoso mondo di questi due giovani e talentuosi architetti parigini.






I colori sono quelli pastello, un carattere distintivo di Heju, gli arredi e lo stile sono nordici, dalle linee essenziali e pulite, accoglienti grazie al calore e alla concretezza del legno (vi ricordate? ne avevo parlato qui).

In cucina il grande tavolo Quaderna di Zanotta è un punto focale che fa la differenza: disegnato negli anni Settanta è uno di quei pezzi che segnano la storia del design (in questo post vi ho parlato del progetto DIY per realizzare una finitura che lo ricorda molto). Intorno uno stile semplice e minimale, con alcuni tocchi di colore, tra cui spicca il frigo pastello in stile anni '50.










Le campiture di colore sulle pareti e l'inserimento di blocchi di colore tra gli arredi completano il disegno contemporaneo che i due designer hanno voluto dare a questo appartamento per rinnovarlo completamente. L'originalità del duo Heju sta nell'affiancare a icone del design oggetti fatti a mano e progetti DIY, il tutto in un'atmosfera luminosa ed accogliente.

 Che ne dite? Ci sono tantissimi spunti da cui prendere esempio. Quali sono i vostri preferiti?

credit photo e styling: Heju
immagini living e cucina
immagini stanza e bagno


6 dicembre 2016

Nordic Love Christmas 2016 edition: la mia wishlist

Quest'anno pensavo sarebbe stato molto più difficile entrare nel mood natalizio. Sono rimasta sospesa e disattenta per tutto il mese di novembre. Il che mi faceva temere che non avrei ritrovato l'entusiasmo per la magia del Natale, che solitamente già all'inizio dell'autunno inizio a percepire.
Ed invece dicembre ha portato con sé, oltre al freddo (finalmente), anche la voglia di vivere in ogni dettaglio la festa più amata del calendario.
Complici le grandi aspettative del mio piccolo grande ometto, il 27 novembre avevo già sistemato Albero, lucine e decorazioni {se mi seguite su Instagram ne avete visto un assaggio, ma presto lo mostrerò anche qui} ed ora ho già una wish list delicata (e desideratissima) in pieno stile Nordic Love.

Per la mia casa immagino un 2017 un po' più "caldo", intimo e ordinato, fatto di oggetti dal design destinato a durare mixati con texture naturali e materiali solidi. Uno stile nordico e accogliente, minimale e pulito.



tovaglia di by Molle - sale e pepe di Menu - piatti ceramica di Kat's Creation - Lampada Bollard di Menu - Ganci appendiabiti Dropit  di Normann Copenhagen - cuscino Dot Cushion di Hay - mensola con specchio di Moustache


Mi piace l'idea di avere pezzi di grandi brand scandinavi, come Menu, Hay o Normann Copenhagen, affiancati a prodotti di designer meno conosciuti e più artiginali come By Molle o Kat's Creation. Trovo che le combinazioni originali siano quelle che riescono a creare una vera e propria personalità alla casa e darle il giusto carattere. E voi cosa ne pensate?



3 dicembre 2016

Ikea hack by Pella Hedeby

Pella Hedeby è una delle stylist scandinave che seguo con più entusiasmo. Il suo stile è estremamente raffinato e scenografico, riempe l'immagini di dettagli che catturano lo sguardo. Molti dei suoi lavori sono realizzati per Ikea Sverige e pubblicati sul blog del colosso svedese. Ultimamente uno mi ha colpito in particolare, la personalizzazione {ikea hack} del famigerato tavolino LACK con effetto mosaico. L'ispirazione mi ricorda il tavolo Quaderna di Zanotta, disegnato nel 1970 da Superstudio. La semplicità del foglio a quadretti trasportata nel design d'arredo e rivisitata in chiave low cost dalla stylist svedese. Un DIY a portata di tasca per uno dei prodotti più diffusi di Ikea. Pronti alla trasformazione?

IKEA Livet Hemma - styling Pella Hedeby - photo Ragnar Ómarsson




1 dicembre 2016

Un cottage olandese pronto per il Natale

Oggi inizia il mese di dicembre ed io avevo voglia di farmi ispirare da una casa dal sapore natalizio.



Vi porto nel cottage della giovane interior stylist olandese Mariëlla Houtsma: fuori la neve, dentro tanto calore, luci e decorazioni di Natale. Una combinazione perfetta.



Lo stile nordico di questo piccolo rifugio affianca soluzioni rustiche, arredi moderni e oggetti industriali.  I colori sono quelli caldi e luminosi che vanno dal beige, al grigio pallido al rosa cipria. E poi tanto bianco, legno e tessuti morbidi. Il tutto è incredibilmente accogliente e invita a godersi il periodo di festa.




Noi siamo abituati ad alberi di Natale ricchi e festosi, nella tradizione nordica spesso vince uno stile più semplice: basta un abete vero, anche in formato mignon, tanti fili di lucine scintillanti e poche decorazioni. Il tutto rende l'atmosfera più intima, meno eccessiva ma non meno suggestiva.



Mariëlla realizza con le proprie mani coperte e cuscini in lana a maglia grossa, un vero e proprio trend in questo periodo (ve ne parlerò sul blog presto): immaginatevi sdraiati al caldo sotto una di queste coperte, in mano una tazza di tè fumante mentre guardate fuori dalla finestra scendere la neve. Un piccolo momento di quiete che spezza una quotidianità che sappiamo tutti non essere così rilassante. Basta chiudere gli occhi e immaginarlo, sto già sognando.





Insideout - photo Renee Frinking - stylist Wilma Custers

29 novembre 2016

Restyling Minicasa 2.0: progetti per un nuovo ingresso

Sono parecchi mesi che ho in testa un progetto di restyling anche per la zona del mio ingresso.
Si tratta di una porzione del piccolo open space che accoglie il living, ricavata ribassando l'altezza con una controsoffittatura e  costruendo una struttura contenitiva in cartongesso.

Vivere in una piccola casa è una sfida continua con l'organizzazione di tutti gli spazi e con la necessità di trovare spazio per ogni cosa. Un buon punto di partenza per vincere questa continua "battaglia" è fare pulizia sempre e tenere solo ciò che occorre e che è coerente con il proprio stile di vita e le proprie abitudini. Ad esempio in questa struttura ci sono oggetti che non uso mai e che so che non userò mai. Regali (di matrimonio... i peggiori), acquisti sbagliati, acquisti datati, ecc.

La seconda mossa vincente è progettare gli spazi in modo che siano funzionali. Sembra facile ma c'è un ma: la funzionalità evolve insieme alle nostre abitutidini, gli spazi devono necessariamente evolvere con loro. Questo comporta periodici restyling... io provo spesso a spiegarlo a mio marito ma lui non capisce. A parte gli scherzi in una piccola casa è spesso necessario ritornare e rivedere alcune zone. Nel mio caso ad esempio, non ho mi avuto a disposizione una parete per una grande libreria (un mio sogno). Negli anni però ho accumulato libri, riviste di interni, cataloghi che ho la necessità di organizzare meglio, in modo più ordinato e non sparsi per casa. Questa è una delle motivazioni che mi ha spinto a ripensare la zona di ingresso. Non vi dirò che per realizzarla mi occorre trovare una soluzione contenitiva in un'altra zona... ovviamente so già dove e come ma meglio affrontare un passo alla volta!



Risolta la questione della funzione e degli usi, si passa a quella dello stile, che per me è la parte più divertente e creativa. L'idea complessiva l'ho elaborata grazie alla scrittura di alcuni post recenti sulle nuove tendenze cromatiche di quest'anno (denim drift e cromarty) e sulle proposte di design scovate su Smallable. Il risultato è quello che vedete in questi schizzi per dare un po' più di ordine e un'atmosfera più nordica e di carattere alla parete di ingresso.

Interior project Appunti di Casa - immagini 1 - 2 - 3 - 4


Per realizzarla dovrò riproporzionare e trasformare in libreria la parete in cartongesso e questo sta comportando qualche problematica tecnica, che è il motivo per cui oggi vi faccio vedere solo i progetti e non l'intervento già realizzato. Ma ovviamente ora non riuscirò a fermarmi finchè non sarà completamente finito.

Interior project Appunti di Casa - immagini floor - rug

Per organizzare tutti quegli oggetti che solitamente si trovano nella zona di ingresso (chiavi, borse e accessori, ecc.) ho pensato a tre ganci appendiabiti di Normann Copenhagen (che io utilizzerò per le borse, perchè non mi piace avere troppo disordine in vista e giacche e cappotti inevitabilmente lo creano), il gancio GYM di Hay in verde menta (immancabile), le mensole a parete Pocket Organizer di Normann Copenhagen in tre misure (28cm, 13cm, 10cm). Sto pensando anche ad un piccolo specchio come quello di Madam Stolz. La parete sarà di un verde grigio polveroso e tenue, il Cromarty di Farrow and Ball, e per la zona libreria potrei aggiungere un pò di bianco e nero con la scatola di Present Time e il sacco in carta di Thatway.



Che ne dite? Vi piace l'idea? Non escludo di elaborarne altre nel frattempo, ma sono soddisfatta del risultato. Avete consigli?

Ah, dimenticavo. Il primo elemento che renderebbe tutto un po' più nordico sarebbe un bel pavimento in legno, ma questo ingigantisce il progetto (soprattutto il costo) e per il momento devo soprassedere. Ma non demordo. Il bello di questa "avventura" che racconto sul blog è andare sempre avanti!


SalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...