28 aprile 2015

France Design e le novità di Ligne Roset

Una delle esposizioni che ho visitato durante il mio tour al Fuorisalone e di cui non vi ho parlato nel post di ieri è stata quella dedicata al France Design,  in zona Tortona.
Nella zona centrale del grande spazio espositivo, in una scenografia davvero meravigliosa, "sfilavano" i prodotti più rappresentativi del design industriale francese in tutti i settori dell'economia. Nell'arredo ho riconosciuto subito il design senza tempo di Ligne Roset, che ha proposto alcune novità di quest'anno.

Prendo in prestito gli scatti disponibili sul sito dell'evento perché in quel momento la mia macchina fotografica aveva deciso che le foto sfuocate (completamente e inesorabilmente) sarebbero state decisamente più artistiche. Lo so, è giunto il momento di portarla da un bravo tecnico. E questo capriccio non lo ha fatto solo in quell'occasione quindi ecco spiegato perché non vi ho mostrato proprio tutto quello che ho visto a Milano!


France Design 2015 - Fuorisalone - Tortona
Il divano rosa, che come dicevo ieri è uno dei trend riconoscibile della Milano Design Week 2015, è il modello Beau fixe, disegnato da Inga Sempé e formato dall'assemblaggio di un telaio metallico e di un piumino, in un unico pezzo ripiegato a formare la seduta. Semplicità ed eleganza, un design originale ma senza tempo, appunto.

divano Beau Fixe - Ligne Roset

Il brand ha esposto tra le novità di quest'anno anche un pezzo disegnato dal designer Pierre Paulin nel 1972. Ne sono rimasta totalmente affascinata: la Bibliothèque Fil ha una struttura minimale, costituita da una struttura in filo d'acciaio laccato che si inserisce in piccole tasche dei ripiani in legno multiplex. Per me è spettacolare. Proposta in nero e bianco, è stato amore a prima vista. Mi piace il design minimale e pulito, che allo stesso tempo dà l'idea di stabilità e solidità.

Bibliothèque Fil - Ligne Roset

Così ho iniziato a comporre una visione d'arredo, l'ennesimo, sfogliando il catalogo delle novità del marchio: il divano rosa, la biblioteca nella finitura bianca, la scrivania Tanis (sempre disegnata da Paulin ma "rieditata" da Ligne Roset nel 2008 con materiali moderni, sulla base del modello CM141 progettato nel 1952 e prodotto da Thonet) e le originali lampade Paper Lamp di René Barba.
Un angolo del living dedicato al relax e alla lettura, con arredi dalle linee pulite ma con un tocco di originalità, arredi moderni ma che conservano l'atmosfera del passato e la rendono contemporanea. Eleganza e praticità, un binomio che mi affascina da sempre e che è molto adattabile alla personalizzazione che ciascuno può realizzare nella propria abitazione, per renderla la propria casa.

Ligne Roset: 1-Paper Lamp   2-Tanis desk   3-Beau fixe sofa   4-Biliothèque Fil
Sfogliando il nuovo catalogo ho amato molto alcune atmosfere proposte, in particolare quelle declinate nei toni pastello.

Ligne Roset: 1-Book&Look   2-Parachute   3-Peter Maly2    4-Ploum

La composizione di Book & Look è spettacolare, semplice e minimale, con tante possibilità contenitive adattabili a più esigenze e spazi ma in grado di creare una soluzione espositiva e non solo pratica.
Proposta lo scorso anno, la lampada Parachute disegnata da Nathan Yong, è poesia e spettacolarità insieme. Esiste anche in versione ramata ma io trovo che la composizione in nero sia perfetta, cattura lo sguardo senza essere invadente. E in più il montaggio può essere personalizzato per creare il design giusto per ciascuno.
Il letto Peter Maly 2 è una riedizione del letto best seller di Ligne Roset ed è un inno al riposo e un catalizzatore dello sguardo. Comodo, spazioso ma originale, da solo arreda la stanza. Nella foto lo vedete abbinato alla lampada Container By, dal design pulito ma innovativo, e alla mensola che diventa mini-scrivania ma anche elemento contenitivo, Nubo designata dal duo GamFratesi.
Questi tre elementi, insieme, fanno la differenza.
E che dire dell'iconico, eclettico e scenografico divano Ploum, dalle linee morbide ed accoglienti ma contemporanee, perfetto in un contesto storico come nella foto ma adatto anche ad ambienti giovanili ed eclettici. Mi ripeto, ma trovo che il design di Ligne Roset sia senza tempo.

Ultima proposta della mia personale selezione, per chi ama soluzioni dai colori accesi e forme moderne è il divano Ruché, design di Inga Sempé. Mi piace la forma, non invadente e semplice, mi piace la comodità del rivestimento e della seduta. L'ispirazione della designer è partita dai dondoli che si usano nei giardini, leggeri e formati da una struttura in tubi metallici e tessuto. Da questa idea è nato Ruché, la cui struttura però in in faggio massello, naturale e rilassante, con una seduta in piumino trapuntato. Questo divano unisce la tradizione e l'insolito. Un mix che mi piace molto. E a voi?

Ligne Roset - Ruché sofa
Per tutto il mese di maggio Ligne Roset farà lo sconto del 25% su tutti i suoi prodotti... una vera tentazione!


1 commento:

  1. Bellissimo il divano Ploum, bello il colore e originale la forma! :)

    RispondiElimina

Grazie a tutti voi per esservi fermati qui e per aver lasciato un commento!
Thank you all for leaving your comments! I love to share thoughts and ideas with you!
Vale

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...